Ma voi, chi dite che io sia?
Lc 9,20
RIFLESSIONE
VANGELO
Ag 1,15 – 2,9; Sal 42; Lc 9,18-22
Lc 9, 18-22
Dal Vangelo secondo Luca

Un giorno Gesù si trovava in un luogo solitario a pregare. I discepoli erano con lui ed egli pose loro questa domanda: «Le folle, chi dicono che io sia?». Essi risposero: «Giovanni il Battista; altri dicono Elìa; altri uno degli antichi profeti che è risorto».
Allora domandò loro: «Ma voi, chi dite che io sia?». Pietro rispose: «Il Cristo di Dio».
Egli ordinò loro severamente di non riferirlo ad alcuno. «Il Figlio dell'uomo - disse - deve soffrire molto, essere rifiutato dagli anziani, dai capi dei sacerdoti e dagli scribi, venire ucciso e risorgere il terzo giorno».
24/9 VEN XXV° T.O. [I]
Sembra quasi di sentire la tua voce, Gesù: “Per te, chi sono io?”. Ci sentiamo particolarmente amati: ci hai scelti, a uno a uno, fra tanti più belli, più bravi, più buoni di noi. Grazie! Sappiamo che tu sei il nostro Salvatore, che possiamo confidare in te, sempre! Ti ringraziamo, ti adoriamo e ci offriamo a te, con gioia!