La lettera uccide, lo Spirito dà vita
2Cor 3,6
RIFLESSIONE
VANGELO
2Cor 3,4-11; Sal 98; Mt 5,17-19
Mt 5, 17-19 Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non crediate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non sono venuto ad abolire, ma a dare pieno compimento. In verità io vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà un solo iota o un solo trattino della Legge, senza che tutto sia avvenuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi minimi precetti e insegnerà agli altri a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà, sarà considerato grande nel regno dei cieli».
9/6 MER X° T.O. [II]
Lo Spirito Santo ci dona la relazione d’amore col Padre, in Gesù. Dal Padre – lo dice anche solo questo nome – ci viene solo amore; ogni sua indicazione è per il nostro bene. Per questo noi non riteniamo le Leggi, nemmeno quelle più sante, come fossero un idolo, ma cerchiamo sempre di custodire il cuore nello Spirito Santo.