Mostraci il Padre e ci basta
Gv 14,8
RIFLESSIONE
VANGELO
At 13,44-52; Sal 97; Gv 14,7-14
Gv 14, 7-14 Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Se avete conosciuto me, conoscerete anche il Padre mio: fin da ora lo conoscete e lo avete veduto». Gli disse Filippo: «Signore, mostraci il Padre e ci basta». Gli rispose Gesù: «Da tanto tempo sono con voi e tu non mi hai conosciuto, Filippo? Chi ha visto me, ha visto il Padre. Come puoi tu dire: "Mostraci il Padre"? Non credi che io sono nel Padre e il Padre è in me? Le parole che io vi dico, non le dico da me stesso; ma il Padre, che rimane in me, compie le sue opere. Credete a me: io sono nel Padre e il Padre è in me. Se non altro, credetelo per le opere stesse. In verità, in verità io vi dico: chi crede in me, anch'egli compirà le opere che io compio e ne compirà di più grandi di queste, perché io vado al Padre. E qualunque cosa chiederete nel mio nome, la farò, perché il Padre sia glorificato nel Figlio. Se mi chiederete qualche cosa nel mio nome, io la farò.
1/5 SAB IV° T.P. [IV]
Oggi inizia il mese di maggio, durante il quale ci facciamo accompagnare dalla cura materna di Maria. E in questo primo giorno ringraziamo san Giuseppe per la sua presenza operosa accanto a lei e a Gesù. Insieme a Maria, egli ci testimonia la bontà, la tenerezza e la misericordia del Padre, quel Padre che desideriamo poter vedere, per godere costantemente del suo amore.