Sia il vostro parlare: “Sì, sì”, “No, no”
Mt 5,37
RIFLESSIONE
VANGELO
2Cor 5,14-21; Sal 102; Mt 5,33-37
Mt 5, 33-37 Dal Vangelo secondo Matteo ‡ In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Avete anche inteso che fu detto agli antichi: Non spergiurare, ma adempi con il Signore i tuoi giuramenti; ma io vi dico: non giurate affatto: né per il cielo, perché è il trono di Dio; né per la terra, perché è lo sgabello per i suoi piedi; né per Gerusalemme, perché è la città del gran re. Non giurare neppure per la tua testa, perché non hai il potere di rendere bianco o nero un solo capello. Sia invece il vostro parlare sì, sì; no, no; il di più viene dal maligno.
12/6 SAB X° T.O. [II]
Gesù, tu vuoi che il parlare del tuo discepolo sia veritiero: egli è sempre sotto il tuo sguardo. Vuoi che sia semplice: egli è un figlio, che adora il Padre e il suo Nome. Sta piccolo davanti a lui, contento di essere difeso gratuitamente dal suo amore.