Chi ascolta voi, ascolta me
Lc 10,16
RIFLESSIONE
VANGELO
Bar 1,15-22; Sal 78; Lc 10,13-16
Lc 10, 13-16 Dal Vangelo secondo Luca In quel tempo, Gesù disse: «Guai a te, Corazìn, guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che avvennero in mezzo a voi, già da tempo, vestite di sacco e cosparse di cenere, si sarebbero convertite. Ebbene, nel giudizio, Tiro e Sidòne saranno trattate meno duramente di voi. E tu, Cafàrnao, sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai! Chi ascolta voi ascolta me, chi disprezza voi disprezza me. E chi disprezza me, disprezza colui che mi ha mandato».
1/10 VEN XXVI° T.O. [II]
Gesù lo dice ai settantadue discepoli che manda davanti a sé. Questi oggi non sono solo i vescovi e i missionari, ma fra questi ci sono anch’io, discepolo di Gesù. Anche attraverso di me, oggi, egli vuol dire qualcosa a chi incontro, a coloro con cui vivo. Quindi prima di tutto ascolto Gesù. Così lui può parlare attraverso di me e io posso discernere la sua parola in quella dei fratelli.