Subito ci vide di nuovo e cominciò a seguirlo
Lc 18,43
RIFLESSIONE
VANGELO
1Mac 1,10-15.41-43.54-57.62-64; Sal 118; Lc 18,35-43
Lc 18, 35-43 Dal Vangelo secondo Luca Mentre Gesù si avvicinava a Gèrico, un cieco era seduto lungo la strada a mendicare. Sentendo passare la gente, domandò che cosa accadesse. Gli annunciarono: «Passa Gesù, il Nazareno!». Allora gridò dicendo: «Gesù, figlio di Davide, abbi pietà di me!». Quelli che camminavano avanti lo rimproveravano perché tacesse; ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». Gesù allora si fermò e ordinò che lo conducessero da lui. Quando fu vicino, gli domandò: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». Egli rispose: «Signore, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Abbi di nuovo la vista! La tua fede ti ha salvato». Subito ci vide di nuovo e cominciò a seguirlo glorificando Dio. E tutto il popolo, vedendo, diede lode a Dio.
15/11 LUN XXXIII° T.O. [I]
Il cieco non ha chiesto a Gesù quello che chiedeva a tutti i passanti. A lui ha chiesto quello che non aveva mai chiesto a nessuno: “Che io veda di nuovo”. Gesù è rimasto di stucco vedendo la sua fede, una fede miracolosa! Il miracolo della fede è stato doppio: il cieco vide e il mendicante ha smesso il suo lavoro per seguire il Signore.