I capi dei sacerdoti e gli scribi cercavano di farlo morire
Lc 19,47
RIFLESSIONE
VANGELO
1Mac 4,36-37.52-59; salmo: 1Cr 29,10-12; Lc 19,45-48
Lc 19, 45-48 Dal Vangelo secondo Luca In quel tempo, Gesù, entrato nel tempio, si mise a scacciare quelli che vendevano, dicendo loro: «Sta scritto: "La mia casa sarà casa di preghiera". Voi invece ne avete fatto un covo di ladri». Ogni giorno insegnava nel tempio. I capi dei sacerdoti e gli scribi cercavano di farlo morire e così anche i capi del popolo; ma non sapevano che cosa fare, perché tutto il popolo pendeva dalle sue labbra nell'ascoltarlo.
19/11 VEN XXXIII° T.O. [I]
Si sono offesi e si sono sentiti minacciati. Eppure Gesù aveva detto una cosa vera, pronunciata già dai profeti: “La mia casa sarà casa di preghiera”. Entrerò in ogni chiesa come nella tua casa, Gesù: e là pregherò, mi offrirò con te al Padre e a lui dirò la mia disponibilità a seguirti per amare i suoi figli.