Io lo offrirò al Signore per tutti i giorni della sua vita
1Sam 1,11
RIFLESSIONE
VANGELO
1Sam 1,9-20; 1Sam 2,1.4-8; Mc 1,21-28
Mc 1, 21-28 Dal Vangelo secondo Marco In quel tempo, Gesù, entrato di sabato nella sinagoga, [a Cafarnao,] insegnava. Ed erano stupìti del suo insegnamento: egli infatti insegnava loro come uno che ha autorità, e non come gli scribi. Ed ecco, nella loro sinagoga vi era un uomo posseduto da uno spirito impuro e cominciò a gridare, dicendo: «Che vuoi da noi, Gesù Nazareno? Sei venuto a rovinarci? Io so chi tu sei: il santo di Dio!». E Gesù gli ordinò severamente: «Taci! Esci da lui!». E lo spirito impuro, straziandolo e gridando forte, uscì da lui. Tutti furono presi da timore, tanto che si chiedevano a vicenda: «Che è mai questo? Un insegnamento nuovo, dato con autorità. Comanda persino agli spiriti impuri e gli obbediscono!». La sua fama si diffuse subito dovunque, in tutta la regione della Galilea.
11/1 MAR I° T.O. [I]
Questa parola mi ricorda quello che ci raccontava un sacerdote. Recatosi in visita ai genitori, suo papà lo trasse in disparte per dirgli: ”Ecco, ora tu sei sacerdote; come tu hai offerto la vita a Dio, anch’io ti ho offerto. Compi il tuo servizio. Io non pretenderò che tu venga a visitarmi. Tu sei del Signore”. Grazie, Gesù, per la fede di tutti quei genitori che offrono i loro figli a te.