È lui che dà a tutti la vita e il respiro ad ogni cosa
At 17,25
RIFLESSIONE
VANGELO
At 17,15.22 - 18,1; Sal 148; Gv 16,12-15
Gv 16, 12-15 Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Molte cose ho ancora da dirvi, ma per il momento non siete capaci di portarne il peso. Quando verrà lui, lo Spirito della verità, vi guiderà a tutta la verità, perché non parlerà da se stesso, ma dirà tutto ciò che avrà udito e vi annuncerà le cose future. Egli mi glorificherà, perché prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà. Tutto quello che il Padre possiede è mio; per questo ho detto che prenderà da quel che è mio e ve lo annuncerà».
25/5 MER VI° T.P. [II]
Queste parole ci portano sull’acropoli di Atene, in mezzo ai sapienti della città. Sono pronunciate da Paolo, che vuole attirare l’attenzione e l’adesione di quegli uomini abituati ad aver stima di sé. Sono parole vere, quelle di Paolo, ma non vengono dalla croce. Rimarranno senza frutto.