Io sono il pane della vita
Gv 6,35
RIFLESSIONE
VANGELO
At 8,1-8; Sal 65; Gv 6,35-40
Gv 6, 35-40 Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, disse Gesù alla folla: «Io sono il pane della vita; chi viene a me non avrà fame e chi crede in me non avrà sete, mai! Vi ho detto però che voi mi avete visto, eppure non credete. Tutto ciò che il Padre mi dà, verrà a me: colui che viene a me, io non lo caccerò fuori, perché sono disceso dal cielo non per fare la mia volontà, ma la volontà di colui che mi ha mandato. E questa è la volontà di colui che mi ha mandato: che io non perda nulla di quanto egli mi ha dato, ma che lo risusciti nell'ultimo giorno. Questa infatti è la volontà del Padre mio: che chiunque vede il Figlio e crede in lui abbia la vita eterna; e io lo risusciterò nell'ultimo giorno».
4/5 MER III° T.P. [III]
L’immagine che Gesù usa è molto semplice e comprensibile. Per vivere abbiamo bisogno del “pane della vita”, cioè di lui. Ma di che vita parla il Signore? Certamente di quella che più desideriamo, la vita fatta di pace, di gioia, di comunione e fraternità con tutti. Senza di lui questo tipo di vita non esiste, non cresce e non matura.