Le mie pecore ascoltano la mia voce
Gv 10,27
RIFLESSIONE
VANGELO
At 13,14.43-52; Sal 99; Ap 7,9.14-17; Gv 10,27-30
Gv 10, 27-30 Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, Gesù disse: «Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono. Io do loro la vita eterna e non andranno perdute in eterno e nessuno le strapperà dalla mia mano. Il Padre mio, che me le ha date, è più grande di tutti e nessuno può strapparle dalla mano del Padre. Io e il Padre siamo una cosa sola».
8/5 DOM IV° T.P. Anno C [IV]
Gesù usa l’immagine della relazione del pastore con le pecore per descrivere come noi e lui stiamo insieme. Noi lo ascoltiamo volentieri e diamo importanza alle sue parole, perché egli ci conosce, cioè ci ama e ci stima tanto da impegnare la sua vita per noi.