Voi stessi date loro da mangiare
Lc 9,13
RIFLESSIONE
VANGELO
Zc 12,10-11;13,1; Sal 62; Gal 3,26-29; Lc 9,18-24
Lc 9, 11b-17 Dal vangelo secondo Luca In quel tempo, Gesù prese a parlare alle folle del regno di Dio e a guarire quanti avevano bisogno di cure. Il giorno cominciava a declinare e i Dodici gli si avvicinarono dicendo: «Congeda la folla perché vada nei villaggi e nelle campagne dei dintorni, per alloggiare e trovare cibo: qui siamo in una zona deserta». Gesù disse loro: «Voi stessi date loro da mangiare». Ma essi risposero: «Non abbiamo che cinque pani e due pesci, a meno che non andiamo noi a comprare viveri per tutta questa gente». C'erano infatti circa cinquemila uomini. Egli disse ai suoi discepoli: «Fateli sedere a gruppi di cinquanta circa». Fecero così e li fecero sedere tutti quanti. Egli prese i cinque pani e i due pesci, alzò gli occhi al cielo, recitò su di essi la benedizione, li spezzò e li dava ai discepoli perché li distribuissero alla folla. Tutti mangiarono a sazietà e furono portati via i pezzi loro avanzati: dodici ceste.
19/6 DOM SS. CORPO e SANGUE di CRISTO Anno C [P]
Gli apostoli hanno ubbidito, e i cinque pani, che avevano tra le mani, hanno dato a tutti la gioia della sazietà. Tu, Gesù, vedevi già, dalle mani dei tuoi apostoli entrare in noi e darci vera sazietà, un Pane Nuovo: dono che solo il tuo amore ha potuto inventare, Pane che ci fa uno con te… Ti sarebbe costato la Croce! Grazie, mio Gesù!