Non date le cose sante ai cani
Mt 7,6
RIFLESSIONE
VANGELO
2Re 19,9-11.14-21.31-35.36; Sal 47; Mt 7,6.12-14
Mt 7, 6. 12-14 Dal Vangelo secondo Matteo In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «Non date le cose sante ai cani e non gettate le vostre perle davanti ai porci, perché non le calpestino con le loro zampe e poi si voltino per sbranarvi. Tutto quanto volete che gli uomini facciano a voi, anche voi fatelo a loro: questa infatti è la Legge e i Profeti. Entrate per la porta stretta, perché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che vi entrano. Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano!».
21/6 MAR XII° T.O. [IV]
Gesù non ci vuole sprovveduti e ingenui, ma saggi e santamente furbi. Se una persona mi interroga sui misteri della mia fede per deriderli e denigrarli, non l’aiuterei spiegandoglieli, ma piuttosto non discutendo e rimanendo nell’amore con pazienza. Più che le parole e le esortazioni, è questa testimonianza che può aiutare chi vedo chiuso e avverso all’amore del Signore.