Se il chicco muore, produce molto frutto
Gv 12,24
RIFLESSIONE
VANGELO
2Cor 9,6-10; Sal 111; Gv 12,24-26
Gv 12, 24-26 Dal Vangelo secondo Giovanni In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: «In verità, in verità io vi dico: se il chicco di grano, caduto in terra, non muore, rimane solo; se invece muore, produce molto frutto. Chi ama la propria vita, la perde e chi odia la propria vita in questo mondo, la conserverà per la vita eterna. Se uno mi vuole servire, mi segua, e dove sono io, là sarà anche il mio servitore. Se uno serve me, il Padre lo onorerà».
10/8 MER S. LORENZO, diacono e martire, († 258) [P]
Oggi, festa di san Lorenzo, ci vengono donate queste parole del Vangelo. Gesù parla di se stesso, ma anche di chi si unisce a lui. Il chicco che, deposto nella terra, muore per dar vita a moltissimi altri chicchi è lui! Il martire Lorenzo lo ha seguito deciso, senza paura, e anche la sua morte ha portato molto frutto nella Chiesa.